NOTE STORICHE

Il primo nucleo abitato di Bedizzole sorse a Pontenove, località sita sull’antica strada romana che collegava Brescia e Verona, come stazione scambio distante nove miglia da Brescia (da qui il toponimo di Pontenove). Quando, in seguito, il tracciato di questa venne cambiata, identificandosi con quello attuale della Strada Statale 11, il centro si trasferì a nord, lungo la strada per la Valtenesi , dove vennero edificati un castello, in difesa delle invasioni ungariche dei secoli IX e X, e una chiesa dedicata a S. Stefano, attorno a cui cominciò a sviluppare l’abitato.

Intorno al XIII secolo Bedizzole era già Comune, oggetto delle mire espansionistiche della vicina Brescia e degli Scaglieri, al quale il borgo si consegnò nel 1277 per fuggire ai bresciani, autori nello stesso anno della distruzione del castello. Nel 1426 Bedizzole passò sotto il dominio della Repubblica di San Marco rimanendovi fino al 1512 quando i francesi ebbero la meglio su Venezia.

IL XVIII secolo, sebbene flagellato dalle continue scorrerie nella zona delle truppe imperiali da un lato e dai francesi dall’atro, entrambi impegnati nella guerra di successione spagnola, rappresentò comunque un periodo di crescita per il paese.

Durante le lotte risorgimentali si distinsero alcuni bedizzolesi tra cui i fratelli Chiodi, Pietro e Battista che caddero sulle barricate delle Dieci Giornate di Brescia (1849), e Giuseppe Capuzzi che partecipò alla spedizione dei Mille con Garibaldi.

Riferimenti Normativi

Ultima modifica: Gio, 29/10/2015 - 10:44